Agriturismo.st | Home

richiesta multipla

Tutti gli agriturismo di una località VAI >

newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato VAI >

cerca agriturismo

Risultati: 0 strutture ricercate in Casentino

Informazioni su Casentino


Il Casentino:


La valle del Casentino è percorsa dal fiume Arno,si estende nella provincia di Arezzo dal monte Falterona al Pratomagno. Il paesaggio è caratterizzato da grandi foreste, quasi del tutto incontaminate, a ridosso dei due monti, nonchè da zone collinari e pianeggianti a fondovalle.

La vallata è ripartita in 13 comuni: Bibbiena, Capolona, Castel Focognano, Castel San Niccolò, Chitignano, Chiusi della Verna, Montemignaio, Ortignano Raggiolo, Poppi, Pratovecchio, Stia, Subbiano e Talla, il cui insieme prende il nome di Comunità Montana del Casentino.

Il clima è tipico apenninico nella zona dell'Alto Casentino, e assume caratteristiche più temperate e continentali nella zona sottostante, detta appunto Basso Casentino.

Zona di insediamento etrusco, ebbe anche particolare risalto nel Medioevo per l'espansione fiorentina.Il Casentino è terra medievale e dall’anno 1000 a metà XV secolo ha espresso il suo massimo splendore politico, architettonico, artistico ed economico.

Terra di turismo religioso, è anche molto conosciuta per l'attrazione turistica del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, una grande area protetta ricca di boschi e foreste, oltre ad essere custode di fauna di varia specie, è sede del santuario francescano della Verna e il Monastero di Camaldoli.

La dorsale appenninica forma il principale gruppo montuoso del parco. Uno dei sentieri più suggestivi per conquistare la vetta è sicuramente quello che inizia dal piccolo e caratteristico centro abitato di Castagno d'Andrea. Alle pendici meridionali del Monte Falterona, a quota 1358 m, c'è una sorgente detta Capo d'Arno, considerata l'origine del maggior corso d'acqua toscano.

La storia

I reperti archeologici ritrovati nel Casentino risalgono tutti al periodo etrusco e romano. Alla caduta dell'impero romano, la valle fu dominata da Goti e Longobardi, e per un breve periodo dai Bizantini. Queste conquiste portarono ad un enorme rafforzamento del potere della chiesa: i numerosi edifici religiosi ne sono testimonianza. In virtù degli insediamenti longobardi, si originò un incastellamento di controllo, strettamente legato alle fortune e alle sorti delle grandi famiglie dominanti.

Le più potenti furono i Guidi, che erano signori di Poppi, Romena, Porciano, Urbech, Castel San Niccolò, Borgo alla Collina, Fronzola, Raggiolo Proprio in questa zona fu combattutta la battaglia di Campaldino (11 giugno 1289)– descritta nel XXII canto dell’Inferno – alla quale prese parte anche Dante Alighieri, che determinò la vittoria dei Guelfi sui Ghibellini. Dalla metà del 400, il Casentino fu unito alla Repubblica Fiorentina; in seguito passò alla Signoria dei Medici per passare poi agli Asburgo-Lorena nel Granducato di Toscana.

Personaggi celebri di questa terra sono: Paolo Uccello, Guido Monaco inventore delle note musicali e Michelangelo Buonarroti; degni di nota sono anche il Cardinale Bernardo Dovizi da Bibbiena, segretario del Papa Leone X, e Bernardo Tanucci da Stia, determinante figura nella vita politica del Re di Napoli.


Gallery:






Agriturismo nella zona di Casentino