Agriturismo.st | Home

richiesta multipla

Tutti gli agriturismo di una località VAI >

newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato VAI >

cerca agriturismo

AGRITURISMO Puglia



Attualmente sono presenti 150 strutture
Scegli una provincia Scegli una zona Torna indietro
RICERCA AVANZATA
Regione
  Provincia
Servizi struttura

Ristorazione

Vendita prodotti

Centro benessere

   
Servizi in camera

Riscaldamento

Cucina

Sistemazione

Agricampeggio

Casa Vacanze

Country House

Posizione

Pianura

Città


Mappa degli agriturismi in Puglia


 

Informazioni su Puglia


Popolazione:

3.986.430 abitanti

Superficie:

19.357

Confini:

A nord con il Molise, a est con il Mar Adriatico, a sud con il Mar Ionio, a ovest con la Basilicata e la Campania.

Agricoltura:

La regione non ha mai sviluppato un notevole apparato agricolo, anche se bisogna ammettere che negli ultimi anni le varie colture di frumento, di patate, di piselli, di insalate, di peperoni e, soprattutto, di olive hanno acquisito via via sempre maggiore importanza in ambito nazionale. Il motivo che più ha frenato lo sviluppo agricolo è stato quello della mancanza d'acqua, ora risolto (in parte) grazie alla costruzione di poderose opere di irrigazione. Anche i vari prodotti come il tabacco e le mandorle hanno una discreta rilevanza, mentre molto buona si presenta l'attività peschereccia. Unico settore che non presenta livelli più che accettabili è l'allevamento del bestiame.

Paesaggi:

La superficie territoriale della Puglia si presenta quasi totalmente pianeggiante e collinosa; infatti, solo una piccola parte è costituita da tratti montani. Il Tavoliere, la famosissima e vastissima pianura pugliese, è formata da una struttura di tratti argillosi, sabbiosi e anche calcarei; con i suoi 3.000 Kmq è la seconda pianura d'Italia, dietro soltanto alla settentrionale Pianura Padana. Una curiosa caratteristica di questo vasto tratto pianeggiante è che verso la zona costiera la pianura è stata formata dalle alluvioni di piccoli fiumi che non riescono a raggiungere il mare. Ciò dipende dal fatto che il Tavoliere si estende verso l'interno del territorio della penisola con la conseguenza che, essendo lontana dal mare ed avendo il Gargano che costituisce una specie di barriera, la pianura presenta un clima caldo e freddo, quando durante i periodi invernali e primaverili i venti gelidi dei Balcani vi giungono sopra. La maggiore altitudine della Puglia, il Monte Calvo (1.056 m), si trova nel complesso del Gargano, un enorme cupolone costituito di rocce calcaree; quest'ultime si presentano come rocce tenere che si lasciano persino sciogliere dall'acqua trasformandole in bicarbonato di calcio solubile. Sui fianchi del Gargano, inoltre, si trovano i due maggiori laghi costieri della Puglia, ovvero il "Lago di Lesina" (51 Kmq) ed il "Lago di Varano" (60 Kmq). Altro tratto che si presenta come un altopiano ondulato è quello denominato delle Murge, formate, così come il Gargano, da rocce calcaree e la cui massima altitudine si ha con la Torre Disperata (686 m). I fiumi della regione, invece, sono brevi e quasi sempre poveri d'acqua; il principale è l'Ofanto (131 Km), corso d'acqua che nasce in Campania per infine gettarsi nel Mare Adriatico, mentre il secondo fiume per importanza è il Fortore (90 Km), che sfocia a nord del Gargano. La parte meridionale della Puglia presenta un'altra vasta pianura strutturale, denominata Penisola Salentina, tratto ricco di caratteristiche e favolose grotte calcaree. Il clima è caratterizzato da inverni miti ed estati calde ed asciutte. Ultima curiosità inerente la regione è la presenza del più bello e famoso complesso di grotte d'Italia, ovvero le conosciutissime "Grotte di Castellana", le quali si estendono addirittura per una lunghezza di 2 Km e raggiungono una profondità massima di 80 metri. Topografia: Montagna 1,5% Collina 45,3% Pianura 53,2%

Industria:

Lo sviluppo industriale di questa regione si ebbe solamente dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale ed interessò principalmente i centri di Taranto, Brindisi e Bari. Queste città, infatti, possiedono importanti impianti siderurgici e grandi apparati chimici e petrolchimici, mentre sul resto del territorio pugliese sono sparse piccole fabbriche meccaniche,alimentari, delle costruzioni e di editoria. Rivestono una qualche importanza anche le industrie estrattive. Il principale settore dell'intera regione resta, comunque, quello terziario, sviluppatissimo grazie alle attività commerciali ed al turismo. Il commercio deve la sua importanza ai vari porti esistenti sulla costa pugliese ed all'aiuto che gli viene dato da alcuni prodotti agricoli (soprattutto olio), mentre il turismo può giovarsi di varie attrattive e di un paesaggio costiero ancora in condizioni ottimali.

Città:

Il capoluogo della regione è Bari, città situata sul litorale adriatico ed al margine della conca cui da' il nome. L'economia di Bari si presenta molto sviluppata ed in netta crescita; essa può vantare una fiorente industria soprattutto nei settori siderurgici e petrolchimici, mentre l'agricoltura offre notevoli coltivazioni di tabacco, olivi ed uva. Molto importanti sono anche il traffico commerciale, grazie anche alla presenza di un attrezzato porto, ed il movimento turistico. I monumenti più interessanti della città sono la Basilica di San Nicola, la cattedrale di San Sabino, costruita in stile romanico, ed il bellissimo castello normanno. Altra città posta sulle rive del mare (in questo caso però Ionico) è Taranto, nel tratto nord-orientale dell'ampio golfo omonimo. Principali fonti di reddito sono l'agricoltura (uva, olive, tabacco, frutta), l'allevamento, la pesca e, anche se non ancora completamente sviluppata, l'industria (importante è il poderoso complesso siderurgico). I monumenti più interessanti della città sono il castello aragonese, il Duomo e la chiesa di San Domenico. Lecce, capoluogo di provincia situato al centro della penisola salentina, possiede un territorio interamente pianeggiante, favorendo così le varie coltivazioni di ortaggi, di viti e di tabacco, mentre in via di sviluppo è la produzione industriale (settori meccanico e chimico). Abbastanza fiorenti si presentano il turismo balneare e le attività connesse all'artigianato. Le principali opere artistiche della città sono la chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, il Castello, il Duomo, la chiesa di Santa Croce ed il palazzo Adorni. Per quanto riguarda la provincia di Brindisi, invece, vi è da sottolineare l'importanza del suo porto, che permette un buon traffico commerciale via mare, e che è sede di notevoli aziende siderurgiche, meccaniche, della carta e petrolchimiche. Di discreta rilevanza sono la pesca e le coltivazioni di cereali, viti ed olivi. I monumenti più importanti di Brindisi sono la chiesa di Santa Maria di Casale, la chiesa di San Giovanni al Sepolcro e la cripta di Santa Lucia. Infine, non resta che parlare di Foggia, situata al centro del Tavoliere e caratterizzata dal fatto di essere una delle poche zone pugliese dove l'allevamento riveste una qualche importanza. L'agricoltura e l'industria sono presenti nelle coltivazioni di cereali e di viti e nei settori meccanico, estrattivo, chimico ed alimentare. Dal punto di vista artistico sono da ricordare la cattedrale romanica, le chiese di di San Giovanni Battista e del Calvario e Piazza U. Giordano. Località turistiche: Vieste, Fasano e Trani sono conosciuti centri balneari, San Cesarea Terme è famosa per il suo centro termale, mentre Alberobello (in provincia di Bari) e Castellana possono vantare rispettivamente i famosi trulli e le stupende grotte, vere e favolose attrattive turistiche.

Personaggi:

Un nome abbastanza conosciuto di origini pugliesi è quello di Giovanni Paisiello (1740-1816), noto compositore operistico della fine del Settecento. Le più importanti opere di questo bravissimo musicista sono "Il barbiere di Siviglia", "I filosofi immaginari", "Il re Teodoro a Venezia", "Nina o sia la Pazza per amore" e "La serva padrona". Queste composizioni sono caratterizzate dalla presenza di un filone buffo e semiserio che rivelano una sciolta ed equilibrata eleganza. Altro ed ultimo nome noto è quello di Livio Andronico (III secolo a.C.), poeta latino di origine greca. La sua opera più famosa è la traduzione latina dell'"Odissea" omerica, mentre altre stupende tragedie ed innumerevoli inni sono andati purtroppo perduti.

Storia:

Nel 706 a.C., coloni spartani provenienti dalla Grecia fondarono la città di Taranto, che in pochi decenni divenne addirittura il più ricco centro della cosiddetta Magna Grecia. Durante la dominazione romana tutti i popoli della Puglia vennero riuniti in un'unica provincia indicata come "seconda" dalla ripartizione amministrativa di Augusto. Essa comprendeva l'Apulia e la greca Messapia, chiamata Calabria dai Romani. In questo periodo il territorio pugliese poté godere di molteplici benefici, ma alla caduta dell'Impero la regione venne contesa per molti secoli da Bizantini, Longobardi e Arabi. La lunga lotta terminò con la vittoria dei Bizantini, i quali dominarono incontrastati per un breve periodo derubando ed imponendo tasse spropositate al popolo. Nell'XI secolo i Normanni presero il posto dei Bizantini, dominando in maniera rozza e crudele. Quando nel 1200 i Normanni furono sconfitti dagli Svevi, la Puglia conobbe un altro fiorente periodo, sia nell'economia che nelle arti; sorsero, infatti, chiese, cattedrali, chiese e numerosi castelli, severi ed imponenti. Nel 1268, però, il francese Carlo d'Angiò entrò in possesso del Regno di Napoli e Sicilia. Il dominio angioino sciupò in gran parte l'opera degli Svevi, specialmente nei primi tempi della conquista che fu violenta, fatta di rapine e saccheggi. Con l'avvento degli Aragonesi verso la metà del XV secolo, la situazione non migliorò. Ad aumentare il disordine già presente si aggiungevano le lotte interne dei baroni, antichi feudatari che possedevano grandi estensioni di terreno lasciato incolto. Le ultime dominazioni che si succedettero prima dell'impresa dei Mille (1860, anno in cui la Puglia venne a far parte del Regno d'Italia) furono quelle dei Francesi e degli Spagnoli.

Agrigento | Alessandria | Ancona | Aosta | Arezzo | Ascoli Piceno | Asti | Avellino | Bari | Belluno | Benevento | Bergamo | Biella | Bologna | Bolzano | Brescia | Brindisi | Cagliari | Caltanissetta | Campobasso | Carbonia - Iglesias | Caserta | Catania | Catanzaro | Chieti | Como | Cosenza | Cremona | Crotone | Cuneo | Enna | Ferrara | Firenze | Foggia | Forlì - Cesena | Frosinone | Genova | Gorizia | Grosseto | Imperia | Isernia | La Spezia | L'Aquila | Latina | Lecce | Lecco | Livorno | Lodi | Lucca | Macerata | Mantova | Massa - Carrara | Matera | Medio - Campidano | Messina | Milano | Modena | Napoli | Novara | Nuoro | Ogliastra | Olbia - Tempio | Oristano | Padova | Palermo | Parma | Pavia | Perugia | Pesaro - Urbino | Pescara | Piacenza | Pisa | Pistoia | Pordenone | Potenza | Prato | Ragusa | Ravenna | Reggio Calabria | Reggio Emilia | Rieti | Rimini | Roma | Rovigo | Salerno | Sassari | Savona | Siena | Siracusa | Sondrio | Taranto | Teramo | Terni | Torino | Trapani | Trento | Treviso | Trieste | Udine | Varese | Venezia | Verbano-Cusio-Ossola | Vercelli | Verona | Vibo Valentia | Vicenza | Viterbo |