Agriturismo.st | Home

richiesta multipla

Tutti gli agriturismo di una località VAI >

newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato VAI >

cerca agriturismo

Alla scoperta della Sila lungo le “vie di cristallo”




Sgorga dai ruscelli, si lancia nelle cascate, scivola nei torrenti, scorre impetuosa nei fiumi, trova quiete nei laghi. L’acqua è ovunque in Sila, è parte viva di un territorio che vi regalerà profonde suggestioni. Il nostro itinerario parte dalle “vie di cristallo” della Sila, i suoi laghi: Arvo, Ampollino e Cecita.

Il lago Arvo si trova in prossimità di Lorica, frazione del comune di San Giovanni in Fiore, alle pendici dei Monti Botte Donato e Montenero ad un’altitudine di 1.315 metri. Il lago è navigabile, potrete esplorarlo magari a bordo di una canoa o di un pedalò godendo pienamente dei paesaggi lacustri e/o dedicandovi ad una giornata di pesca visto che nei fondali abita una grande varietà di pesci quali trote, persici reali, carpe ecc. Ed è proprio nelle vicinanze del lago, a Lorica, che troverete il Parco Nazionale della Sila che nei suoi 73.695 ettari di natura incontaminata ospita meravigliosi esemplari di capriolo, cervo, lupo appenninico e molte altre specie animali.

Le acque dell’Arvo, attraverso una condotta di 6.300 metri, incontrano quelle dell’Ampollino che toccando 4 comuni lambisce ben 3 diverse province: Cosenza, Crotone e Catanzaro. L’Ampollino, inaugurato nel lontano 1927 da Re Vittorio Emanuele III, è stato il primo invaso artificiale ad essere realizzato in Sila e si presenta ancora oggi in ottimo stato: è navigabile e nei suoi fondali abita la stessa varietà di specie ittiche dell’Arvo.

Ultima tappa del viaggio è il lago Cecita (anche detto “Mucone”), situato in provincia di Cosenza sulla Sila Grande. A differenza degli altri due il Cecita non è navigabile ma potrete dedicarvi alla pesca di diverse specie ittiche quali la trota fario, la trota iridea, l’anguilla e il coregone. Il lago vanta un eccezionale trascorso archeologico: a partire dal 2004 proprio nella Valle del Mucone sono stati scoperti importanti reperti risalenti al 3800-3300 a.C. Ad est del lago Cecita c’è la maestosa foresta della Fossiata: lasciatevi sorprendere dai Giganti della Sila, 56 pini larici ultracentenari che si innalzano fino a 45 metri di altezza.

A pochi km dal lago Cecita troverete il rinomato centro turistico di Camigliatello Silano che con i suoi 6.000 metri di piste è il “top” per gli sport invernali: sci alpino, sci di fondo, snowboard; e sempre Camigliatello diventa un punto di partenza per avventurarvi alla scoperta delle specialità enogastronomiche, particolarmente in autunno quando nei menù delle trattorie compaiono i primi piatti a base dei rinomati funghi silani.

E poi arriva l’estate e la Sila si accende di folklore: un variegato programma di manifestazioni, spettacoli, concerti, sagre e tanto altro per una terra che in ogni stagione saprà mostrarvi un volto diverso.


Offerte per Alla scoperta della Sila lungo le “vie di cristallo” in Agriturismo


Scegli la regione